I libri

Tutti i libri di Gian Maria Bianchi e dei consulenti Open per approfondire vari aspetti dell'intelligenza emotiva applicata al lavoro.



Gian Maria Bianchi, Virginio Schiavetti

Volevo fare l’astronauta. Guida alla ricerca della vocazione lavorativa (e non) 
 

Non è mai troppo tardi per trovare la propria strada! 
In questo testo gli autori illustrano in che cosa consiste la vocazione lavorativa, come riconoscerla e soprattutto come seguirla. 
Sono inoltre proposti test originali (che facilitano una riflessione personale sulla propria vocazione), nonché storie vere, interviste e testimonianze di persone che hanno in vario modo (e con diverso successo) affrontato la sfida della vocazione




Gian Maria Bianchi

Buonlavoro. Dieci Esercizi di Intelligenza Emotiva e una riflessione sullo Human Manager 

Un manuale, un breviario, una sorta di percorso di crescita e consapevolezza del proprio essere in ambito lavorativo.
Una strada alla ricerca della propria vocazione lavorativa. Ogni capitolo contiene una parte teorica, degli esercizi da svolgere, delle riflessioni, degli aforismi, delle poesie.




Perché il softcoaching?

I partecipanti ai corsi di carattere socio-comportamentale corrono il rischio di vanificare lo sforzo di apprendimento in aula: travolti dalla routine, spesso dimenticano di applicare ciò che hanno maturato nella formazione, terminato quello che viene definito “effetto luna di miele”.

In questo senso, il coaching individuale si può rivelare un valido strumento per allenare la per­sona a perseguire quegli obiettivi comportamentali che vengono scelti come elementi portanti del cambiamento.

Nel caso di gruppi numerosi, proponiamo il softcoaching, una forma di coaching “light” che si svolgerà in remoto: tutti i giorni i softcoachee – che aderiscono al programma in forma volon­taria - verranno sollecitati con strumenti diversi: dall’aforisma alla richiesta di compilazione di un mini diario, dalla proposta di riflessione condivisa, alla compilazione di questionari, dal sug­gerimento di lettura di un brano di management a quello di una poesia evocativa.

 

Il percorso di softcoaching

Il percorso di softcoaching impegnerà i partecipanti per non più di 20/30 minuti la settimana e avrà un forte carattere di personalizzazione.

È diviso in 4 fasi.

Fase 1: incontro iniziale di 30 minuti, nel quale viene stabilito il “contratto psicologico”, vengono delineati i termini del funzionamento del softcoaching e viene definito l’obiettivo.

Fase 2: erogazione del softcoaching per sei settimane: il coachee riceverà circa 30 input.
Input monodirezionali: aforismi, poesie, pagine di management, brani letterari.
Input che prevedono una risposta: test, questionari, compilazioni di diario.
Altri ancora che prevedono una risposta alla risposta.

Fase 3: contatto telefonico a metà percorso per verifica.

Fase 4: colloquio conclusivo, a consuntivo dell’esperienza.

Per ulteriori informazioni visitate il sito www.softcoaching.net e contattateci, mandando una mail a contatti@openhs.it o chiamando il numero 02 311180!




Gian Maria Bianchi, Luigi Di Iorio

Inascolto. Piccolo contributo per un nuovo stile di lavoro 

Un piccolo contributo per un nuovo stile di lavoro.
Il libro offre spunti per cercare di ascoltare meglio se stessi e gli altri attraverso riflessioni generali e esercizi pratici che hanno l’obiettivo di portare consapevolezza.
La consapevolezza di sé come elemento cardine, perché scelte, cambiamenti e motivazioni si dirigono in modo coerente con la parte più intima di noi stessi.




 

OBIETTIVI
Acquisire consapevolezza del proprio stile manageriale e degli altri stili possibili, imparare ad attivare approcci differenti da quelli abituali, nei rapporti con l’interno e l’esterno dell’azienda, sperimentare come i differenti stili manageriali dei colleghi possano diventare moltiplicatori delle proprie risorse, favorire una più efficace sinergia delle persone e delle diverse funzioni aziendali

EFFETTI ATTESI
Aiutare le persone ad attivarsi per il cambiamento di sé e dell’azienda superando la difesa degli status quo
Stimolare l’innovazione nei processi e nei prodotti
Rilanciare l’orientamento delle persone agli obiettivi

CONTENUTI / TEMI / STRUMENTI DI LAVORO
L’immersione nell’arte diventa la leva per accompagnare il manager fuori dalla propria esperienza contingente
“Abbassando la guardia”, il manager può rimettersi in gioco e accogliere una prospettiva diversa su di sé e sugli altri
La rottura dei propri paradigmi consente di attivare risorse insospettate e di aprirsi al confronto con se stessi, i colleghi e il mercato
La metodologia, di tipo esperienziale, comprende focus group, lavori individuali ed esercitazioni di gruppo




A cura di Gian Maria Bianchi

Il lavoro che verrà. Racconti di Intelligenza Emotiva 

Una raccolta di racconti che narrano delle vicende di Conrazio, il protagonista, alle prese con il mondo del lavoro. 
Egli scoprirà che non serve solo il lato razionale, ma anche quello emotivo, cosa di cui è consapevole Dicore, suo caro amico. 
Alla fine dei racconti, in appendice, una serie di riflessioni di Gian Maria Bianchi relative agli argomenti trattati in ogni singolo racconto.