Leadership in team si nasce o si diventa? Un po’ come dire…è nato prima l’uovo o la gallina.

Noi di OpenHs siamo convinti che alcuni partano con delle caratteristiche innate da leadership in team, altri invece possono partire un po’ svantaggiati ed in sordina, ma con la giusta palestra potranno scoprirsi inaspettatamente dei veri leader.

Dove ci poniamo noi di OpenHs? In mezzo…tra coloro che vogliono migliorare le loro competenze da leader e coloro che vogliono sperimentarsi e scoprirsi tali.

E tu che tipo di leader sei e come ti rapporti all’interno del tuo team?

Scopriamolo insieme.

Leadership significato

 

Prima di entrare nel merito proviamo a dare alcune informazioni sul leader significato

Certamente per sommi capi, ognuno di noi sa chi è un leader…insomma è “quello che comanda”, è “il boss”, è quello a cui si porta il caffè (avendo bene in mene come gli/le piace) ed è quello che è meglio se non arriva nervoso o se, peggio ancora, non viene fatto innervosire.

Il diavolo veste Prada? Vi dice qualcosa…

Tornando seri, cerchiamo di spiegare che cosa significa leadership? Partendo dalla stessa radice della parola, “Iead” che tradotto significa guidare; il leader è colui che guida o accompagna gli altri verso una meta comune.

La leadership è anche la capacità di influenzare, motivare ed è data da una combinazione di competenze interpersonali e strategiche, che permettono di orchestrare il lavoro del gruppo in modo efficace, allineando gli sforzi di tutti verso una visione condivisa.

In altre parole, che cosa significa essere un leader? Ecco una breve sintesi:

  • Visione e pianificazione: ovvero avere la capacità di definire una direzione chiara e di pianificare le strategie per raggiungere gli obiettivi.
  • Comunicazione efficace: riuscire a trasmettere messaggi in modo chiaro, ascoltare attivamente e adattare lo stile comunicativo alle esigenze dei membri del team.
  • Motivazione e ispirazione: essere in grado di incoraggiare il team, riconoscendo e premiando i risultati e mantenendo un’atmosfera di entusiasmo e fiducia.
  • Integrità: agire con etica e coerenza, diventando un esempio di comportamento per il team.
  • Adattabilità: essere flessibili e adattarsi rapidamente ai cambiamenti e alle nuove sfide.
  • Problem Solving: individuare, analizzare e risolvere problemi in modo efficace e tempestivo.
  • Empatia e intelligenza emotiva: comprendere le emozioni e i bisogni dei membri del team, offrendo supporto e attenzione.
  • Capacità decisionale: essere in grado di prendere decisioni tempestive e ponderate, anche in situazioni complesse.
  • Gestione del conflitto: riconoscere, affrontare e risolvere i conflitti in modo costruttivo; leggi il nostro articolo.
  • Delegare: assegnare compiti e responsabilità in modo appropriato, tenendo conto delle competenze di ciascuno.
  • Crescita e sviluppo: promuovere la crescita personale e professionale dei membri del team attraverso formazione e feedback costruttivo.
  • Responsabilità: accettare la responsabilità delle proprie decisioni e azioni, riconoscendo i propri errori e imparando da essi.
  • Networking: creare e mantenere relazioni positive sia all’interno del team che all’esterno, per favorire la collaborazione.
  • Innovazione: promuovere un ambiente che incoraggi la creatività e l’innovazione.
  • Consapevolezza di sé: riconoscere i propri punti di forza e di debolezza, cercando continuamente di migliorarsi.

Essere un leader non significa necessariamente avere un titolo formale, ma significa comportarsi in modo da influenzare positivamente gli altri, motivandoli a raggiungere obiettivi comuni, partendo ciascuno dal proprio personale potenziale.

Caratteristiche della leadership…in punti

 

Per Kurt Lewin (uno psicologo noto anche per la sua Teoria del Campo) tre sono le caratteristiche della leadership.

Nel frattempo, se vi sentite dei veri leader provate a vedere come siete messi…avete presente quando da piccoli compravate un nuovo pacchetto di figurine e iniziava quella litania:” ce l’ho/ manca?”.

Se in quel caso il “ce l’ho” poteva essere motivo di delusione, in questo caso invece è un nettissimo punto a vostro favore.

Pronti a giocare? Ecco le caratteristiche top:

  • Leadership autocratica: questo stile di leadership è caratterizzato da un controllo centralizzato e da decisioni unilaterali. Il leader autocratico prende decisioni senza consultare il team; onestamente spesso risultano orientate e chiare, ma a discapito di una generale creatività e libertà di pensiero da parte del team.
  • Leadership democratica: conosciuta anche come partecipativa, questo modo di essere leadership coinvolge il team nelle decisioni. Il leader democratico valuta le opinioni del gruppo, il che può aumentare la soddisfazione e la motivazione, anche se talvolta può rallentarne il processo decisionale.
  • Leadership laissez-faire: questo stile si caratterizza per una delega estrema. I leader laissez-faire offrono poca guida al team, che deve autigestirsi. Può essere efficace con team altamente qualificati e motivati.

A questo modello si può aggiungere qualche spunto preso dalla Teoria della Leadership emotiva che parte da un importante assunto: utilizzare l’intelligenza emotiva (leggi anche il nostro articolo: “Cos’è l’intelligenza emotiva e come ci aiuta sul lavoro) per capire qual è lo stile più funzionale.

Vediamo di che cosa si tratta:

  • Leadership visionaria: ciascun membro ha ben chiaro il proprio ruolo, così come il leader ha in mente perfettamente l’obiettivo da raggiungere. Il limite sta nella difficoltà da parte del gruppo di avere una visione a breve termine e nella capacità del leader di accogliere le idee altrui.
  • Leadership battistrada: questi leader sono dei veri e propri esempi per tutti; seguire le sue orme significa portare a termine un obiettivo, ma se qualcun o si perderà sarà il leader stesso a terminare ciò che è rimasto I requisiti devono essere chiari ma attenzione a non perdere la fiducia del team.
  • Leadership democratica: ciascun membro del gruppo si sente legittimato a partecipare e ad esprimere le proprie idee, sebbene la decisione finale spetterà al leader; ideale se il team è composto da persone qualificate, meno utile nel caso in cui i membri abbiano ancora poca esperienza.
  • Leadership orientata al coaching: i leader che adottano questo stile si concentrano sullo sviluppo delle persone. Attraverso il coaching, mirano a migliorare le competenze individuali del team, incentivando la crescita personale e
  • Leadership autoritario: il messaggio in questo caso è piuttosto inequivocabile: occorre seguire rigidamente le procedure che vengono impostate; questo stile è utile laddove ci si confronti con un team di poca esperienza che per questo motivo necessita di un contesto ben strutturato.
  • Leadership affiliativa: al centro vengono poste le relazioni e la creazione di un clima di generale armonia. E’ ideale nel caso della creazione di nuovi gruppi o nel caso un gruppo già consolidato stia attraversando un momento di difficoltà; il limite sta nel fatto che a volte un leader così affabile rischia di perdere di vista gli obiettivi aziendali.

Team working significato

 

Il team working significato rappresenta la capacità di collaborare in modo coordinato e produttivo per raggiungere obiettivi comuni. Questa pratica richiede una comunicazione chiara, fiducia reciproca e un’efficace suddivisione dei compiti.

Per questo motivo alla base di una buona gestione  del team di lavoro è importante che vi sia un leader abile ed in grado di valorizzare i punti di forza di ciascun membro.

Ecco alcuni suggerimenti per migliorare la gestione:

  • Ruoli e responsabilità: definire chiaramente i ruoli di ciascun membro.
  • Obiettivi condivisi: assicurarsi che ogni persona comprenda gli obiettivi del team.
  • Feedback costruttivo: offrire regolarmente feedback per mantenere alta la motivazione.
  • Risorse adeguate: fornire le risorse e il supporto necessari per superare le sfide.

Corsi leadership Milano

 

I corsi leadership Milano offerti da OpenHS rappresentano un’opportunità concreta per chiunque desideri migliorare le proprie capacità di leadership o per chiunque voglia scoprire le potenziali qualità di un leader.

I corsi sulla leadership di OpenHS sono pensati per fornire competenze pratiche e strategie efficaci, adattate al contesto attuale delle organizzazioni.

Che si tratti di rafforzare le proprie abilità comunicative, sviluppare una visione strategica più ampia o perfezionare il proprio modo di essere leadership in team, questi corsi si distinguono per l’approccio olistico e il metodo interattivo.

Grazie a formatori esperti e a un ambiente di apprendimento coinvolgente, i partecipanti acquisiscono strumenti concreti per come essere un buon capo e come migliorare la gestione del team di lavoro.

Visita il sito e vai alla pagina contatti.